Arti Visive

Università di Cambridge LA CULLA DELLE GRANDI MENTI

Cosa mai potrebbero avere in comune Isaac Newton, Lord Byron e Charles Darwin? Forse non tutti lo sanno, ma oltre al fatto di poterli annoverare tra  le più grandi menti nella storia dell’umanità, hanno frequentato tutti e tre il medesimo ateneo: l’Università di Cambridge.

Universalmente riconosciuta come uno tra i migliori e più prestigiosi centri universitari del mondo, Cambridge è anche uno tra i più antichi con una data di fondazione risalente al lontano 1209.

Stando alla tradizione pare che la sua fondazione sin legata a un’altra celebre università la cui competizione accademica con Cambridge è largamente rinomata: furono infatti due ex studenti di Oxford che, dovendo scappare dall’ateneo in seguito a una rivolta avvenuta per mano degli abitanti del luogo, si insediarono a Cambridge e contribuirono alla nascita del centro universitario.

I docenti e gli alunni legati all’università rientrano di diritto in una stretta cerchia di individui che nel corso di questi secoli ha contribuito a scrivere la Storia del mondo in cui viviamo; non è un caso infatti che da essa provengano ben 107 premi Nobel (il numero più alto di qualsiasi altro ateneo).

Ma la qualità dell’istruzione che Cambridge è in grado di offrire è pari solo alla bellezza del luogo in cui risiede.

L’università occupa una posizione centrale all’interno della cittadina di Cambridge (situata a circa 80 chilometri a nord ovest di Londra) e idilliaca è la parola che meglio descrive l’atmosfera che si respira in questo luogo.

L’intero complesso è composto da 31 college inseriti in uno scenario che alterna splendidi parchi, meravigliose corti interne e suggestivi scorci sul River Cam: il pittoresco fiume (il nome della città, Cam-bridge, significa ponte sul fiume Cam) che attraversa gran parte dell’università  e che ogni giorno viene navigato dai punts (caratteristiche imbarcazioni del luogo) e dal celebre team di canottaggio dell’università.

L’architettura varia molto dal periodo storico in cui gli edifici sono stati realizzati; generalizzando si potrebbe però affermare che il gotico è quella più in vista grazie al fiore all’occhiello dell’università: la meravigliosa cappella del King’s College.

I lavori di quest’ultima iniziarono per volere di Enrico VI nel 1446 e si conclusero circa cento anni più tardi. All’interno di questo eccezionale esempio di architettura tardo gotica, troviamo le splendide vetrate dipinte e la magnifica volta a ventaglio che è stata considerata la più grande del mondo.

Come si suol dire ‘geni si nasce’ e molti dei brillanti alunni dell’Università di Cambridge sono nati con questa dote, ma una cosa è piuttosto evidente: avere la possibilità di studiare in un contesto analogo non può fare altro che tirare fuori il meglio di ognuno di noi. E per chi ha la fortuna di esserci nato ‘genio’, al termine della preparazione di Cambridge sarà pronto per farsi includere nei libri di storia.

Cambridge, Novembre 2018